NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Smettere di russare

 

Chi russa dorme un sonno discontinuo, disturbato da frequenti risvegli ed inoltre soffre di una ridotta ossigenazione dell'organismo.
Al mattino si sveglia poco riposato e può accusare cefalea e sensazione di affaticamento generale.

Diminuendo l'ossigenazione, aumenta la quantità di anidride carbonica nel sangue e si verifica la sindrome da apnea del sonno, fase di silenzio con interruzione degli atti respiratori che causa a volte, nei soggetti predisposti, complicanze cardiocircolatorie, cerebrali, broncopolmonari ed ormonali.

Non esistono trattamenti pienamente efficaci per risolvere questo problema; si può intervenire in modo meccanico e fisico o in modo chirurgico per migliorare il passaggio di aria lungo l'apparato respiratorio.

E' senz'altro utile ridurre il consumo di alcol, fumo, sonniferi, consumare pasti serali leggeri, tenere il peso sotto controllo per evitare accumulo di grasso nei tessuti respiratori.
Anche la posizione è importante, in quanto influisce sulla respirazione; può essere utile dormire su un fianco anziché supini.
Se si è in presenza di setto nasale deviato o di polipi nasali è bene risolvere il problema chirurgicamente.

Nel caso che tonsille, palato molle e ugola siano ipertrofiche ed impediscano gravemente il passaggio dell'aria si può ricorrere all'uvulopalatofaringoplastica (UPPP), tecnica che viene adattata ad ogni paziente e mira a ridurre i tessuti in eccesso con l'elettrobisturi.

Il fenomeno del russamento, con conseguenti apnee notturne e sonno disturbato,  può verificarsi anche nei bambini a causa di un raffreddore e dell'ingrossamento di adenoidi e/o tonsille; se il problema non si risolve è bene consultare il pediatra che consiglierà la terapia più adeguata per risolvere la causa ed evitare che subentri una rinite cronica.

A volte è necessario intervenire chirurgicamente per asportare adenoidi e/o tonsille o per correggere il setto nasale eventualmente deviato.

ATTENZIONE:  Prima di intraprendere qualsiasi terapia rivolgersi sempre al medico.

 

 Share/Bookmark  
   

FB 2

instagram

privacy informativa