NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Alimentazione e tumori: i cibi ideali per una corretta prevenzione

     
   
     

L’alimentazione influenza in modo molto significativo lo stato di salute di ogni individuo. Il secondo fattore di prevenzione più importante, dopo il non fumare, è proprio la dieta. Nei paesi occidentali, come stimato, il 30% dei tumori è legato all’alimentazione 1. Per la prevenzione di alcune forme di tumore, come il tumore alle ovaie, al seno, allo stomaco e al colon-retto, è importante scegliere con cura gli alimenti da portare in tavola, seguire uno stile di vita sano e praticare attività fisica costante 1.

Il Fondo mondiale per la ricerca sul cancro (World Cancer Research Fund), nel 2007, ha concluso un’opera di revisione di diversi studi scientifici basati sul rapporto tra lo sviluppo dei tumori e l’alimentazione. Hanno collaborato più di 150 ricercatori, epidemiologi e biologi. 2. Quest’opera di revisione ha evidenziato diverse modalità per prevenire il cancro, tra cui 2:
• mantenersi in forma, attivi e snelli;
• limitare il consumo di cibi ad alta densità calorica e bevande zuccherate;
• limitare il consumo di carni rosse o lavorate;
• limitare il consumo di bevande alcoliche, sale e cibi contaminati da muffe;
• scegliere cibi di provenienza vegetale e non lavorati industrialmente;
• assicurare un apporto di nutrienti sufficiente;
• allattare al seno per almeno sei mesi 2.
Nel corso degli anni, grazie ai nuovi metodi di studio e alle nuove tecniche di valutazione, si è creato un nuovo ramo della ricerca scientifica, chiamato epidemiologia nutrizionale 3. Esistono, inoltre, molti studi che hanno confermato il legame tra lo sviluppo dei tumori e l’alimentazione. Per salvaguardare il corpo dall’insorgenza di alcune neoplasie è fondamentale seguire una dieta sana ed equilibrata.

Due dei fattori che fanno drasticamente aumentare il rischio di sviluppo del cancro e di altre malattie croniche sono il sovrappeso e l’obesità, il cui rischio è strettamente collegato ad una dieta ricca di alimenti energetici, in modo particolare prodotti industriali. Esistono, però, anche alimenti calorici che non sono nocivi per la salute, come la frutta secca, se consumata adeguatamente, che è ricca di fibra, grassi salutari, fitocomposti e micronutrienti e, di conseguenza, può portare diversi benefici. Evitare cibi calorici o lavorati, quindi, è un passo importante per una dieta sana, così come eliminare le bevande zuccherate, gassate e tutti gli alimenti poveri di fibre e acqua ma ricchi di grassi e zuccheri 4,5.
Per la prevenzione delle neoplasie è consigliabile inserire frutta e verdura di stagione nella dieta, in quanto sono un’importante fonte di vitamine, sali minerali e fitocomposti, oltre ad essere ricchi di acqua e fibre. Grandi benefici per la salute sono dovuti anche al consumo di cereali integrali, legumi, frutta secca e semi oleosi, e per arricchire la dieta di vitamine, sapori naturali e sali minerali si possono scegliere spezie ed erbe aromatiche. Per la prevenzione dei tumori, inoltre, vengono consigliati cibi di origine vegetale, che possono ridurre il rischio di sovrappeso ed obesità 4,5.
I cibi da portare in tavola ogni giorno, per una corretta dieta preventiva, sono:
• legumi: lenticchie, piselli, ceci, fave, soia, fagioli borlotti, cannellini, corona e azuki;
• cereali integrali: grano, grano saraceno, quinoa, riso, orzo, amaranto, farro e mais;
• frutta e verdura verde: zucchine, asparagi, broccoli e kiwi;
• frutta e verdura giallo-arancio: carote, peperoni, pesche, arance, albicocche e limoni;
• frutta e verdura rossa: lamponi, fragole, mele rosse, pomodori, barbabietole e cavolo rosso;
• frutta e verdura blu-viola: melanzane, more, mirtilli e prugne;
• frutta e verdura bianca: cipolle, verza, porri, cavolfiore 4,5.


È molto importante limitare il consumo di carni rosse o lavorate e di insaccati 4,5, mentre per quanto riguarda le carni bianche, il pesce, le uova e il latte non ci sono evidenze sul fatto che il loro consumo possa aumentare il rischio di tumori.
Per prevenire forme di cancro, come il tumore alle ovaie e al seno, è importante seguire un’alimentazione variegata e uno stile di vita sano, ma anche effettuare costanti controlli medici. Un ruolo fondamentale nella prevenzione del cancro ovarico e del cancro alla mammella è dato dai test genetici, come il test BRCA. Come rilevato da diversi studi, il 15% dei casi di tumore alle ovaie e il 10% dei casi di tumore al seno, sono associati alle mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA2 6. Consultare il proprio medico di fiducia può aiutare a scegliere il percorso di screening più appropriato e a valutare la familiarità con alcuni tipi di tumore.

Per ulteriori informazioni sul test genetico BRCA: www.brcasorgente.it 

A cura di Ufficio Stampa Sorgente Genetica 

Fonti:

1. Diet, nutrition and the prevention of cancer Timothy J. Key, Arthur Schatzkin, Walter C.Willett, Naomi E. Allen, Elizabeth A. Spencer and Ruth C. Travis
2. www.airc.it
3. www.fondazioneveronesi.it
4. Linee guida nutrizione – www.ieo.it
5. World Cancer Research Fund International - www.wcrf.org
6. Pal T, PermuthWey J, Betts JA, et al. BRCA1 and BRCA2 mutations account for a large proportion of ovarian carcinoma cases. Cancer 2005; 104(12):2807–16 

 
     

 

 

 

 

 

 

 

Newsletter Farmalem

Rimani sempre informato iscrivendoti alla nostra Newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo

privacy informativa