Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere la newsletter di Farmalem

Login utente

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.
Home | Biblioteca

Analisi di laboratorio

Emoglobina glicata

L'emoglobina glicata (o emoglobina glicosilata) è una forma di emoglobina

usata principalmente per identificare la glicemia per un lungo periodo

di tempo (ultimi 2-3 mesi) ed è oggi utilizzato come test diagnostico

per il diabete e il prediabete.


L'esame dell'emoglobina glicata può essere prescritto quando il medico

sospetta che il paziente sia diabetico perché presenta uno dei sintomi

dell'iperglicemia. 

Emoglobina glicata

Tra i vantaggi dell'uso dell'emoglobina glicata per la diagnosi del diabete

ricordiamo:

 l'esame serve per valutare se il paziente soffre di iperglicemia cronica,
• non è necessario essere a digiuno per eseguire l'esame,
• si può usare un unico esame sia per diagnosticare sia per tenere sotto
  controllo il diabete.

Torna all'indice 

 

 

 

Analisi di laboratorio

Nelle pagine seguenti vengono riportate brevi spiegazioni riguardanti gli esami di laboratorio che più frequentemente vengono prescritti (analisi urine e analisi sangue).
I valori indicati come normali sono puramente indicativi e, a seconda del laboratorio, possono cambiare i metodi utilizzati per l'esecuzione del test.
Le indicazioni riportate in questa sezione non possono essere considerate come sostitutive dell'interpretazione che può essere fornita solo dal medico.

Abbreviazioni utilizzate:

g = grammi
mg = milligrammi
ng = nanogrammi
mcg = microgrammi
pcg = picogrammi
l = litro
dl = decilitro
ml = millilitro
U = unità
UI = Unità internazionali

Fonti: Dizionario illustrato Dorland, ESI Stampa Medica, 1977. John Willis Hurst. Medicina clinica, Masson, 1985

 Share/Bookmark  
   

VES o velocita di eritrosedimentazione

Definizione
Il test misura la velocità di sedimentazione dei globuli rossi (eritrociti) esprimendola in millimetri.

Significato
la VES è un esame poco specifico, in quanto valori anormali possono essere dovuti a molte cause differenti, in ogni caso è un indice abbastanza affidabile della presenza di un processo infiammatorio (dalle infezioni batteriche all'artrite reumatoide).

Valore normale
I valori normali alle diverse rilevazioni sono 3 mm a 1 ora, 8 mm a 2 ore, 50 mm a 24 ore (uomini); 6, 16 e 70 mm (donne). Nei bambini vengono considerati normali valori alla prima ora fino a 20 mm.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue con rilevazione a 1, 2 e 24 ore.

Torna all'indice

URICEMIA-URICURIA

Definizione
I due test determinano la quantità di acido urico rispettivamente nel sangue e nelle urine.

Significato
Quando l'acido urico nel sangue supera i 70 mg/l è quasi certo che il paziente soffre di gotta,fatta eccezione per una piccola percentuale di persone. Un singolo risultato anomalo, inoltre, non ha valore diagnostico. L'acido urico può aumentare anche a causa di alcuni farmaci e durante la chemioterapia delle leucemie o a causa di insufficienza renale, tossemia gravidica, acidoacetosi diabetica e altro. Livelli anormalmente bassi (meno di 25 mg/l) possono indicare insufficienza epatica, aumento dell'eliminazione con le urine (spesso dovuta a tumori, ma anche a particolari intossicazioni) e trattamenti farmacologici. Nelle urine, valori molto elevati (oltre 800 mg/24H), indipendentemente dalla presenza di gotta, espongono al rischio di calcoli delle vie urinarie.

Valore normale
Uricemia, da 50 a 60 mg/l (uomini) e da 40 a 50 mg/l (donne); uricuria da 400 a 650 mg/24 H.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue; sulle urine delle 24 ore.

Torna all'indice

TSH

Definizione
Il TSH è un ormone prodotto dall'ipofisi che stimola la produzione ormonale della tiroide.

Significato
L'aumento del TSH oltre i 20 mU/l) è indica con gramnde probabilità l'ipotiroidismo primario, mentre la sua diminuzione (accompagnata da assenza di risposta al TRH) è segno di ipotiroidismo dovuto a disfunzioni dell'ipofisi. L'abbassamento del TSH accompagnato da aumento di T3 e T4 è segno di ipertiroidismo.

Valore normale
Dipende dal metodo utilizzato dal laboratorio.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue con metodo radioimmunologico.

 

Torna all'indice

TRIGLICERIDI

Definizione
Sono una delle forme con le quali i grassi viaggiano nel sangue. Ne esistono di due tipi: esogeni (derivati dagli alimenti) ed endogeni (sintetizzati dal fegato).

Significato
L'aumento dei trigliceridi nel sangue (ipertrigliceridemia) può essere causato da un'alimentazione troppo ricca di grassi oppure da alterazioni del metabolismo dei lipidi. In questo caso di parla di ipertrigliceridemia primitiva. L'ipetrigliceridemia può però anche dipendere da altra malattia come diabete non compensato, sindromi nefrotiche, pancreatiti, alcolismo acuto (ipertrigliceridemia secondaria) .L'ipertrigliceridemia è un fattore di rischio cardiovascolare come l'ipercolesterolemia.

Valore normale
Il valore normale è inferiore a 1,60 g/l, ma dipende dal metodo adottato dal laboratorio.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue.

Torna all'indice

TRH

Definizione
Il TRH è un ormone che stimola la ghiandola ipofisi e che viene iniettato allo scopo di diagnosticare eventuali anomalie ormonali.

Significato
Dopo la somministrazione del TRH si osserva una liberazione di un altro ormone (il TSH) e di prolattina la cui entità dipende dal buon funzionamento dell'ipofisi. Se il TSH è già alto e aumenta dopo la stimolazione, è segno di ipotiroidismo; se invece il TSH non aumenta è probabile un ipertiroidismo. Se la prolattina non aumenta è probabile un adenoma. Infine, nel 50 per cento dei soggetti affetti da acromegalia si nota un aumento dell'ormone della crescita (GH).

Valore normale
La prolattina deve aumentare da 2 a 15 volte mezz'ora dopo l'iniezione e normalizzarsi entro 90-120 minuti. Il TSH raddoppia entro 15-30 minuti dall'iniezione, con valore massimo superiore a 10 mU/ml.

Modalità di esecuzione
Dopo l'iniezione di TRH si effettuano 5 prelievi di sangue a 0, 15, 30, 60 e 90 minuti di distanza.

Torna all'indice

TRANSAMINASI

Definizione
Le transaminasi sono enzimi prodotti dal fegato. Di transaminasi ne esistono diverse, ma quelle valutate di preferenza sono SGPT e SGOT.

Significato
Praticamente in tutte le malattie del fegato e delle vie biliari si registra un aumento del livello di transaminasi. Tuttavia valori particolarmente elevati dell'ALT (SGPT) e dell'AST (SGOT) - pari a 300 e più UI - sono frequenti soprattutto in caso di epatite virale acuta. Di norma in questa malattia l'ALT (SGPT) è più elevata dell'AST (SGOT) e nel 50 per cento dei malati supera le 500 UI.

Valore normale
ALT (SGPT) da 5 a 40 UI/l;(AST) SGOT, da 5 a 35 UI/l.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue

Torna all'indice

TITOLO ANTISTREPTOLISINICO o TASL

Definizione
E' la ricerca degli anticorpi che si producono in caso di infezione dovuta a particolari batteri (streptococchi), tipici delle faringiti.

Significato
Il titolo antistreprolisinico uguale o inferiore a 200 UI/ ml indica che il soggetto ha già contratto in precedenza un'infezione da streptococchi. Un valore uguale o superiore a 300 UI/ml indica che l'infezione è in atto, tuttavia è sempre preferibile fare due test a un paio di settimane di distanza.

Valore normale
Il valore normale è inferiore a 200 UI/ml.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue.

Torna all'indice

TIROXINA TOTALE o T4 e TIROXINA LIBERA o FT4

Definizione
La tiroxina (T4) è il principale ormone prodotto dalla tiroide, e nel sangue è legata a proteine specifiche, mentre una piccola frazione (FT4) non è legata ed è la sola attiva.

Significato
La tiroxina, libera o legata, aumenta quando c'è un'ipertiroidismo e diminuisce in presenza di un ipotiroidismo. Senonché, la misurazione della tiroxina totale può essere falsata da diverse circostanze. Per questo motivo può essere preferibile dosare la tiroxina libera.

Valore normale
T4: da 45 a 110 mcg/l; FT4: da 8 a 28 ng/l.

Modalità di esecuzione
Su campione di sangue con metodo radioimmunologico.

Torna all'indice

Cellule Staminali

Sorgente

Area Veterinaria

Cerca Libri

Star bene con la Musica

Seguici su...

Seguici su Facebook

Contatore accessi

Numero di accessi al sito:
9272042