Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere la newsletter di Farmalem

Login utente

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.
Home

Protezione solare

Per concedersi in piena tranquillità al caloroso abbraccio del sole è meglio non commettere imprudenze.

Abbronzarsi fa bene,  se lo si fa con moderazione. L'eccessiva esposizione solare rappresenta uno dei maggiori fattori di rischio delle modificazioni della struttura delle fibre del derma, favorendo la comparsa di rughe, invecchiamento precoce e alterazioni cellulari più serie.

Un'esposizione ben dosata, invece, è un'abitudine sana e ricca di effetti benefici, quali l'azione antireumatica, antidepressiva, terapeutica nei confronti di patologie quali psoriasi, dermatite atopica ed altro ancora.

Attenzione particolare va riservata ai BAMBINI. E' molto importante tenere conto della differenza fra pelli adulte e pelli infantili. Le cellule responsabili dell'abbronzatura non raggiungono la maturità fino ai 14/15 anni di età,  il che fa sì che i bambini siano maggiormente indifesi nei confronti delle radiazioni solari.

Si consiglia, perciò, l'uso di una protezione totale o molto alta per i soggetti di età compresa tra i 2 e i 14 anni.

Tra le persone adulte si possono poi  individuare caratteristiche diverse comuni a gruppi diversi di persone; tali gruppi, vengono suddivisi e classificati come FOTOTIPI, contraddistinti con  numeri da 1 a 6, caratterizzati da crescente capacità di resistenza all'esposizione ai raggi solari.

Nella tabella seguente la descrizione delle caratteristiche somatiche dei diversi  fototipi , l'indicazione  del livello di fattore di protezione (FP) consigliato e la probabilità di arrossamenti più o meno intensi in mancanza di protezione adeguata.

FOTOTIPO

 DESCRIZIONE

F.P. consigliato

ARROSSAMENTO

1

Pelle molto chiara, con lentiggini, capelli chiari o rossi e occhi chiari

totale

sempre

2

Pelle chiara, capelli biondi, occhi chiari

totale

frequente

3

Pelle bruno-chiara, capelli castani , occhi scuri

elevato

a volte

4

Pelle olivastra, capelli scuri, occhi scuri

basso

raramente

5

Pelle bruno-olivastra, capelli neri, occhi scuri.

---

quasi mai

6

Pelle nera, capelli neri, occhi scuri

---

mai



RAGGI   SOLARI  :  UVA  e  UVB

UVA: (raggi ultravioletti di fascia A) sono tra i peggiori nemici della pelle. Rappresentano il 95 % degli UV che raggiungono la superficie terrestre e colpiscono la nostra pelle.

Penetrano in profondità nel derma, accelerando l'invecchiamento della pelle e la comparsa di rughe e macchie. Gli UVA, invisibili a occhio nudo, sono una minaccia sempre costante, e, dato il loro alto potere di penetrazione giungono sulla terra attraversando anche spessi strati di nubi e penetrano persino attraverso  i vetri delle finestre.

UVB: (raggi ultravioletti di fascia B) stimolano la produzione di melanina e quindi la comparsa dell'abbronzatura. Tuttavia sono anch'essi in parte responsabili delle scottature solari, e, a lungo termine, possono danneggiare gli strati più superficiali della pelle.

Risulta importante, perciò, l'uso di una protezione equilibrata UVA / UVB per fornire alla pelle un valido scudo contro l'invecchiamento cutaneo e le scottature solari.

SCALE   DI   PROTEZIONE

I prodotti solari europei filtrano i raggi UV  secondo una scala di protezione che va da  IP 2 fino a IP 25, mentre  gli indici di protezione americani arrivano fino ad un IP 50.

Solitamente si  tendono ora a classificare i prodotti solari in 4 categorie di protezione:

classif. -->

bassa media alta molto alta
FP--> 8-15 15-25 30-40 50 – 50+

 

torna all'indice

 

 

Share/Bookmark

     

Cellule Staminali

Sorgente

Area Veterinaria

Cerca Libri

Star bene con la Musica

Seguici su...

Seguici su Facebook

Contatore accessi

Numero di accessi al sito:
9377413