NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cosa mettere nella valigia per l"ospedale

     
  Valigia  
     

Per prepararsi nel migliore dei modi alla nascita del bebè è molto importante frequentare un corso preparto: questo percorso di preparazione al parto è utile, infatti, non solo dal punto di vista della preparazione fisica al travaglio, ma anche dal punto di vista psicologico, perché consente alla futura mamma di comprendere ed assecondare i cambiamenti del proprio corpo e cosa sta accadendo nella sua vita. Tra gli elementi utili appresi durante un corso preparto, vi è anche l’argomento relativo alla preparazione di tutto ciò che serve per accogliere il bimbo nella sua nuova vita: dalla preparazione della cameretta e del corredino all’organizzazione della valigia per l’ospedale, con tutto ciò che serve per accogliere il neonato nei primi giorni di vita e per la sua permanenza in clinica.

Proprio quest’ultimo punto è molto importante: in genere, durante i corsi preparto, alle gestanti viene fornita una lista di elementi, oggetti e indumenti utili per il ricovero in ospedale, sia per il bebè sia per la futura mamma. Questa lista è variabile a seconda della struttura: per esempio, se in alcuni ospedali i pannolini vengono forniti dalla struttura stessa, in altre cliniche potrebbe non essere contemplato, e pertanto è utile verificare con l’ospedale. Inoltre, per una corretta organizzazione della valigia per l’ospedale, si consiglia di prepararsi almeno a partire dal settimo mese di gravidanza, e di prediligere un borsone morbido, perché la sua flessibilità lo rende più adatto agli spazi degli armadi di un ospedale.

Ma quali sono gli oggetti da mettere in valigia?

Per la futura mamma, si consiglia di portare, oltre camicie da notte o pigiami aperti sul davanti per rendere più semplice l’allattamento, coppette salvalatte e reggiseni per allattamento. Per il momento del travaglio conviene anche portare dei calzini: data la sua durata, è possibile infatti che la gestante senta freddo ai piedi. Inoltre, si consiglia di portare con sé oggetti utili per l’igiene personale (tra cui anche gli assorbenti per il post parto), asciugamani morbidi, uno spray disinfettante, un lucchetto per l’armadio, ed eventualmente libri, riviste o lettori mp3 per distrarsi e rilassarsi. Da non dimenticare anche i documenti (sia personali che della gravidanza, come la tessera sanitaria, la carta d’identità ed i vari esami ginecologici), ed i caricabatterie per il cellulare o per il tablet.

Per il bebè, si consiglia un numero di cambi per ogni giorno di degenza, senza dimenticare un cambio per l’uscita dall’ospedale: gli indumenti (tutine) devono essere freschi e leggeri in estate, meglio se in cotone, ed in ciniglia per l’inverno. Importante anche una copertina, degli asciugamani morbidi, un berretto, body, calzine, bavaglini, e prodotti per l’igiene personale, come salviettine umidificate, detergenti, forbicine per le unghie, e degli asciugamani morbidi.

Sei alla ricerca di una struttura per il corso preparto adatta a te? Collegati al sito www.corso-preparto.it, il motore di ricerca numero 1 per i corsi preparto e postparto in tutta Italia!

 

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

 
     
 

 

 

Newsletter Farmalem

Rimani sempre informato iscrivendoti alla nostra Newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo

archivio NL